Law: Requisiti e obblighi matrimoniali

Law: Requisiti e obblighi matrimoniali

  • Pubblicato il: 8 giugno 2012

Il matrimonio è un negozio giuridico idoneo a creare un vincolo stabile, certo e duraturo tra due persone di sesso diverso che vogliono condividere un medesimo progetto di vita.
Tale negozio per esser efficace dispensa di alcuni requisiti:

Manifestazione di volonta’ di entrambi le parti Maggiore età: Il matrimonio si può celebrare solo tra persone che abbiano raggiunto la maggiore età (18 anni). Con espressa autorizzazione, le nozze possono essere celebrate anche quando il soggetto abbia compiuto il sedicesimo anno di età, a seguito di verifica e valutazione disposta dal tribunale competente (figura giuridica dell’emancipazione)
Capacità di intendere e di volere: non può validamente contrarre matrimonio l’interdetto per infermità di mente. Quanto al matrimonio contratto dall’incapace naturale (cioè il soggetto che sia al momento di contrarre matrimonio incapace di intendere e di volere) esso può essere impugnato a meno che vi sia stata coabitazione tra i coniugi della durata di un anno.
Libertà di stato: non può contrare matrimonio chi sia già legato ad altra persona da matrimonio civile o con effetti civili. Colui che contrae un secondo matrimonio, in costanza di precedente matrimonio, incorre nel reato di bigamia (diritto)Diversità di sesso tra i due nubendi: i due nubendi devono essere uno di sesso maschile l’altro di sesso femminile.

Obblighi tra coniugi: Con il matrimonio si costituisce la famiglia legittima e si acquista lo status di coniuge, il marito e la moglie acquistano gli stessi diritti ed assumono i medesimi doveri.

In particolare, gli obblighi che la legge stabilisce reciprocamente sono quelli alla:

• fedeltà;

• collaborazione nell’interesse della famiglia;

• assistenza morale e materiale (obbligo che viene meno, se uno dei coniugi, senza giustificato motivo, si allontana dalla casa familiare e rifiuta di farvi ritorno);

• coabitazione;

• contribuzione ai bisogni della famiglia, secondo le proprie capacità e sostanze.

Marito e moglie, inoltre, devono fissare concordemente la residenza familiare.

Condividi!